Berti Consiglia: posso mettere il parquet in bagno? Va bene il pavimento in legno in cucina?

Berti Pavimenti Legno: Berti consiglia, parquet in bagno o cucina

Chi ama il parquet vorrebbe posarlo in tutti gli spazi della propria casa, ma è un desiderio spesso contrastato: da un lato c’è la volontà di dare continuità all’ambiente, e dall’altro ci si scontra con il timore che questo materiale sia troppo delicato o inadatto per ambienti come bagno e cucina, in cui il “pericolo acqua, umidità e temperature” è sempre in agguato.

Berti Consiglia interviene in vostro aiuto per affrontare proprio questa questione: posso mettere il parquet proprio dappertutto? Posso mettere il parquet in bagno? Come mi comporto con le reazioni acqua e legno?

Partiamo da una considerazione davvero semplice, che ci permette di evitare di fasciarci la testa senza motivo: può accidentalmente capitare che dell’acqua cada sul pavimento, se però si interviene ad asciugare con gli stessi tempi in cui si asciugherebbero delle normalissime mattonelle, non ci sarà alcun problema. I tempi di assorbimento che ha il legno sono lunghi, e più che sufficienti per poter intervenire ad asciugare senza fare corse o avere ansie non necessarie.

Possiamo dire senza ombra di dubbio, quindi, che non ci sono assolutamente controindicazioni per la posa di un pavimento in legno in cucina o in bagno. L’acqua, se non è ristagnante, non danneggia il parquet.

Berti pavimenti legno consiglia: parquet in bagno

Sarà bene fare attenzione nella scelta delle specie legnose per utilizzare le essenze che rispondono con maggiore stabilità una volta in contatto con l’umidità. In questo senso sono ottimi Doussiè, Merbau, Iroko e Teak. Se la vostra scelta è il Rovere è bene adottare una certa cautela, dato che il parquet in Rovere una volta a contatto con l’umidità ha la tendenza a creare macchie nerastre a causa del tannino che è molto presente in questa specie legnosa.

Specialmente per quanto riguarda il bagno è sempre meglio posare il parquet incollato: in questo modo quando ci sarà dell’acqua non si potrà infiltrare tra pavimento in legno e massetto. Un’altra buona pratica è quella di intervenire nello spazio tra la parete e il parquet applicando un po’ di silicone, che essendo un materiale particolarmente elastico sigilla perfettamente, lasciando allo stesso tempo alle tavole di parquet la libertà di movimento in senso orizzontale.

Sarà di sicuro meglio scegliere un parquet verniciato che, rispetto ad un parquet oliato, non assorbe e si può tranquillamente pulire con un panno umido.

Berti consiglia pavimento legno wenge bagno

Un aspetto che va valutato con attenzione è la presenza di umidità nel bagno: è un agente molto più dannoso, anche se è meno visibile rispetto alla presenza di gocce o acqua sulla superficie.

In ogni caso, una buona norma per poter utilizzare il proprio bagno in maniera del tutto serena è quella di avere buona cura dei pavimenti aprendo sempre le finestre per areare i locali dopo aver utilizzato docce o simili in modo da far uscire l’eventuale umidità che si fosse depositata all’interno delle stanze ed evitare che questa possa alterare i pavimenti.

Berti parquet prefinito multistrato in cucina

Parlando invece della cucina è bene utilizzare parquet realizzati con essenze caratterizzate da una durezza maggiore, dato che in questa tipologia di ambienti è molto più frequente la probabilità che possano cadere degli oggetti pesanti (come pentole e posate). Meglio quindi ridurre il rischio ammaccature, scegliendo legni come Doussiè, Iroko, Rovere, Frassino e Merabau.

Seguite i consigli di Berti per poter vivere in assoluta tranquillità il vostro parquet in bagno, in cucina, e in tutta la superficie della vostra casa!

Commenta Stampa
Posted in Berti Consiglia, FAQ, Il mondo Berti, parquet, Parquetpedia, Prodotti Tagged , , , ,
0
Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>