Berti Pavimenti Legno anche quest’anno al Vintage Festival di Padova

berti_vintage01

Questo weekend torna il Vintage Festival a Padova, una manifestazione leader sulla cultura dell’immagine e sulla ricerca dello stile in chiave contemporary retrò, che affollerà di appassionati e curiosi il Centro Culturale San Gaetano di Padova da venerdi 11 a domenica 13 settembre 2015.

Per Berti Pavimenti Legno si tratta della terza esperienza al Vintage Festival, dopo le edizioni del 2013 e 2014 si è deciso di replicare visti gli ampi orizzonti culturali che offre questa kermesse, il cui mood è vicino alla filosofia dell’azienda,

La prima edizione (qui l’articolo dedicato) aveva visto la posa di alcuni parquet realizzati con un design concettuale appositamente per la manifestazione mentre l’anno scorso (qui l’articolo dedicato)  hanno spopolato i due parquet performativi, il Twister Floor che rivisitava il famoso gioco vintage e il Face Hole.

Quest’anno si tratta della sesta edizione (la prima si è svolta nel 2010) di un evento unico e innovativo che si è saputo distinguere da altre manifestazioni che orbitano attorno al mondo Vintage catturando l’attenzione non solo di addetti del settore, ma anche di amatori e curiosi; un pubblico che con le sue 37.000 presenze (40.000 previste quest’anno) si fa sempre più numeroso ed eterogeneo. Un successo che premia l’originale combinazione di moda, design, musica e spettacolo per un vintage moderno, giovane e non convenzionale.

In programma tre giorni ricchi di appuntamenti gratuiti con incontri e conferenze esclusive con personaggi del design, della comunicazione ed esperti del costume, laboratori artistici, party serali, esposizioni e showcase di artisti internazionali. Un’attenta fusione tra passato e futuro, artigianato e tecnologia con un gusto sempre volto al contemporaneo.

berti_vintage02

Il Vintage Festival vedrà come sempre, oltre a un’ampia mostra mercato di moda e design con espositori selezionati, anche una serie di incontri e workshop con ospiti famosi, come lo chef Rubio, il famoso fotografo Gianni Berengo Gardin e il direttore di GQ Carlo Antonelli. Oltre a loro anche Stefano Seletti, patron e art director dell’omonima azienda di design, il famosissimo comunicatore Platinette e tanti altri.

Inoltre ci saranno mostre ed esposizioni, sempre al Centro Culturale San Gaetano, oltre ad eventi collaterali in tutta la città, tra i quali anche lo Chic Nic presso la suggestiva cornice dei Giardini dell’Arena, proprio a ridosso della Cappella degli Scrovegni.

Il claim di quest’anno del Festival è Simplify, un mood stilistico e culturale costruito attorno ad una determinata attitudine emozionale,il concetto della semplificazione come ritorno alle origini e alla semplicità delle cose.

Sposando la filosofia tipica della slow production, valorizzando artigianalità ed etica del lavoro, questa edizione del Festival porrà l’accento su tematiche di estrema attualità, come la sostenibilità, le eccellenze che continuano a onorare il nostro paese, le risorse nascoste di un territorio e una generalizzata riscoperta della dimensione bio e naturale della nostra quotidianità.

Anche lo splendido video di presentazione si basa tutto sull’esemplificazione di questo concetto.

Nei tre giorni di Festival, potrete trovare una nuova installazione Berti tutta da scoprire al primo piano dell’Agorà del Centro Culturale San Gaetano. Verrà messa a disposizione una superficie assemblata con le pregiate tavole in teak di esclusivi parquet e proprio su questa superficie potranno essere incisi con una chiave dei messaggi direttamente dal pubblico. Questi messaggi poi sarà possibile ritrovarli online attraverso sui vari social network attraverso l’hashstag #bertivintage.

Appuntamento dunque a partire da venerdi al Centro Culturale San Gaetano di Padova, vi aspettiamo numerosi!

Commenta Stampa
Posted in Eventi Tagged , , , ,
0
Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>